venerdì 10 maggio 2013

Il cane che si morde la coda!

Avete presente questo post in cui vi parlavo della Mania del Controllo (click!)??
Bene, perchè in casa c'è stata qualche giorno fa una discussione su questo argomento: La Macchina (click!).
Il bello è che tutto è cominciato da una mia curiosità... vi spiego meglio.
Ero a scuola, sul treno, e stavo ritornando a casa e nel frattempo navigavo un pò su internet e l'occhio mi è caduto su un annuncio di una macchina in vendita che costava pochissimo, ma si trovava molto lontana anche solo per andare a vedere. Allora ho Googlato Panda Nuova usata (che sarebbe la macchina che desidero) e la mia regione con città, solo per curiosità, e purtroppo al di sotto dei 4.000 euro non si trovava nulla, allora ho cambiato ricerca con la Seicento e lì ho trovato molte offerte, soprattutto due addirittura poco distanti da casa mia: una voleva 1,500 euro ed aveva 110 mila Km e l'altra voleva 1.000 euro ed aveva 85 mila Km.
Premetto che di macchine e specialmente di motori non ne capisco davvero nulla, un pochino con la speranza nel cuore, arrivata a casa la butto lì sapete con tutta la nonchalance possibile del tipo Papà domani è il mio turno di lavoro =P e dico "Papà per curiosità per una seicento tutti quei Km (ovviamente ho spiegato bene le due auto come a voi) sono tanti?" e lui "eh si è un rottame, in realtà l'affare non c'è perchè poi ci rimetti ogni volta di meccanico", e per me era finita lì, insomma ci avevo provato punto.
Per loro no.
Hanno iniziato una tiritera che non finisce più: ma che ci devi fare con la macchina, lo sai che te la devi mantenere tu, quei pochi soldi che hai alla banca finiscono, poi devi pagare bollo/assicurazione/cambio freni/benzina/meccanico (come se lo dovessi fare ogni mese O.o), se vuoi essere indipendente e autonoma te la devi vedere tu e solo tu, pensa a lavorare e guadagnare di più che poi si vede, lo sai che una volta fatta la macchina devi lavorare solo per lei nemmeno un libro ti puoi comprare più, ecc
Ed io "veramente io non ho chiesto nulla, era solo una curiosità!!!!".
E poi anche se fosse, non vi sto chiedendo soldi ed è anche giusto così perchè prima o poi deve arrivare il momento che devo cavarmela da sola, non mi piace dire che sono indipendente e invece campo con i soldi dei miei, facile così, però mi sarebbe piaciuto che magari avessero detto andiamole a vedere magari non c'è tutta questa fregatura e poi si decideva. Oppure "certo amore prendila e non preoccuparti quando sei davvero in difficoltà conta pure su di noi" UTOPIA!!
Devono sempre fare una tragedia per tutto, devono sempre spaventare a morte su tutto vomitando addosso tutte le cose peggiori per poi uscirsene con: sei sempre tra le nuvole, ti vorrei vedere a te cavartela da sola, se non ci fossimo noi, ecc ma grazie, dite sempre no a tutto, sono praticamente avvolta dall'ovatta, a questo punto resto nel mio mondo a sonnecchiare oh!
Non mi mettono mai alla prova o davanti le responsabilità, è già un miracolo che ho un lavoro e che mi danno quello che mi danno, e sarà un miracolo se mi tiene anche finita la scuola visti i tempi, è inutile che mi dici pensa a lavorare e guadagnare di più (sono sempre un'estetista, mica un avvocato/medico/ingegnere) perchè va a finire che se mai avrò un piccolo aumento e con l'entusiasmo mi compro subito una macchina, e poi vengo licenziata due mesi dopo?? chi la mantiene questa macchina? 
E' la triste realtà di oggi, sono un cagnolino dei tanti che continuerà a mordersi la coda, perchè nulla è indeterminato e sicuro e che vuol dire che non potrò mai fare dei passi per la paura di perdere il lavoro? Dovrò quindi rimanere a casa dei miei per sempre??
Io dico no, bisogna rischiare, perdo il lavoro e non mi posso mantenere la macchina? La vendo e vado avanti...
Mi sono proprio scocciata, eppure vedo milioni di persone che si lamentano della vita, del lavoro, che guadagnano poco, ma la macchina c'è e non rinunciano... anche i miei papà potrebbe andare a lavorare a piedi (letteralmente) e mamma quelle poche commissioni che fa potrebbe prendere il bus, risparmiando anche la benzina visto che ogni volta che le chiedo qualcosa "muoviti, prendi il bus e vai, le gambe te le ho fatte" e le tue invece non funzionano?? se è così bello andare con l'autobus perchè non lo prendi?
Parla facile lei che ogni volta mi fa "io la patente l'ho presa a 30 anni quando mi sono sposata"... grazieeeeeeeee perchè te l'ha pagata papà così come la macchina e la benzina e tutte le cose dietro... bello così, e parlano a me di autonomia e indipendenza!! 
Poi dicono che divento acida.
Mi fanno solo innervosire.
Scusate ma ogni tanto ho proprio bisogno di sfogarmi ^_^''

10 commenti:

  1. Sfogati, sfogati, ne hai diritto:) con tutto il rispetto per i tuoi genitori che sicuramente sono bravissime persone e a fare i genitori si sbaglia sempre, insomma sbagliano! non si deve trasmettere questo senso di negatività che è molto pericoloso...voglio dire, lavori, studi, sei ultra ubbidiente...cosa vorrebbero di più dalla vita?!!
    Hai ragione: sarebbe stato bellissimo che si valutassero assieme i pro e i contro della cosa, quanto meno!
    Io non ho potuto fare la patente fino a una certa età perché mia mamma mi aveva fatto il lavaggio del cervello dicendomi che non mi serviva (anche se andava in giro a dire che io NON la volevo fare, rendiamoci conto); poi mi sono stufata e quando, a fatica, pagandomi pure gli studi, son riuscita a racimolare i soldi per prenderla si sono arrabbiati; nessuno mi ha aiutato o si è congratulato con me, anzi, sembravano pure infastiditi...io mi son presa la mia bella patente ( e ringrazio Dio di avere avuto un bravissimo istruttore, un fidanzato d'oro e la mia bravura...che non è scontato, uno mica deve saper fare tutto!) e a loro non glien'è fregato niente-_-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si certo che sono bravissimi, io li adoro e senza non saprei che fare però sono troppo negativi e mi buttano sempre giù, ad un certo punto non ce la faccio più. Anche io mi sono presa la patente a 24 anni con i primi soldi guadagnati da sola e nè un brava nè nulla, e mai che mi avessero fatto fare una guida con loro =_=' mi ferisce il fatto che per loro io non sarei capace di fare nulla!!

      Elimina
  2. Hai fatto bene a sfogarti...ogni tanto ci vuole...E vedrai che riuscirai anche tu a prendere un'auto e ad essere più indipendente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti, mai perdere le speranze!!! :)

      Elimina
  3. Secondo me invece tu ti metti poco nei panni dei tuoi genitori.
    Ora io parlo di questa situazione in particolare perchè non conoscendo bene te o la tua famiglia mai mi permetterei di giudicarti.
    Intanto non dovresti stare a guardare se tua mamma e tuo papà prendono o meno la macchina,loro sono adulti,se la pagano e prendono le loro responsabilità.Se poi tuo papà si è sentito di aiutare economicamente tua mamma non ci vedo nulla di male e questo riguarda la loro relazione di coppia.Farsi aiutare dal coniuge non è mancanza di autonomia.

    Pensaci bene perchè ti hanno detto di no.
    Da come parli sembri molto poco realista.Loro hanno ragione,la macchina è una spesa grandissima e con un lavoretto pagarla sarà un vero è proprio sacrificio.Vedo mia mamma i sacrifici che fa a pagare una macchina usata con un lavoro normale a tempo pieno.Ed è proprio vero che dopo puoi scordarti altre spese.
    Loro si saranno allarmati perchè insomma,se si sentono fare domande del genere può capitare di pensare male ed a ben vedere tu stessa dici che ti piacerebbe comprarla a dirla tutta.

    Magari loro hanno paura che tu del fattore economico non ti renda conto e che quando non avrai soldi per le tue cose te ne lamenterai.
    E poi non avrai i soldi per pagarla indovina un po chi dovrà farlo?
    I tuoi genitori.

    Non penso che un genitore sia cattivo a pensare una cosa del genere.
    Io ai miei figli consiglierò sempre di fare acquisti quando saranno sicuri perchè non è neanche giusto che un genitore,oltre che mantenerti,debba pure subire e pagare quando tu fai un acquisto che non ti puoi permettere.
    Tu la metti facile,prendi e la rivendi,ma non è per nulla così semplice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si certo è giusto che dici la tua :) ti dico che mi sa mi ci metto pure troppo nei panni dei miei perchè alla fine tra un lamento e un altro li ho sempre ascoltati e un pò giustificati, ma arrivata a 27 anni non ce la faccio più invece di non essere ascoltata e capita io; quello di mamma era un solo un esempio, ormai mi ferisce il fatto che per lei io non sarei in grado di mantenermi una macchina o di non capire i sacrifici, ho comunque un lavoro e soldi a loro non ne chiedo più che sono anni, mi pago la scuola di estetica da sola (e non è proprio economica), mi tolgo gli sfizi e riesco anche a mettermi da parte qualcosa, quando invece lei li riceve da papá, e sono scelte giuste, ovvio, ma quando parla dice "sposati e fattela fare da tuo marito come me" e non mi sta bene, io voglio crescere da sola! Io lo so bene perchè hanno detto no, e infatti scattati i 18anni (come va di moda) io non ho mai chiesto la macchina perchè sapevo in casa che spese c'erano di più importanti da fare ecc, la patente me la sono presa a 24 anni con i primi soldi guadagnati da sola, e non mi hanno mai accompagnata a scuola guida, non mi hanno mai fatto fare una guida, e il giorno dell'esame era come se fosse uno normale, non mi hanno chiesto come era andata e nemmeno un brava! E nemmeno all'epoca l'ho presa per avere poi di conseguenza la macchina, la testa sulle spalle ce l'ho, ma avevo un etá giusta e sarebbe risultata utile in caso di emergenza, papà lavora fuori casa e non si sa mai cosa può succedere e tipo adesso quando la mia titolare mi manda a fare commissioni urgenti con la sua macchina posso farlo. Ho capito che possono avere paura, ma così io davvero non andrò mai da nessuna parte, e qui accennavo solo alla macchina, poi è normale che se loro ogni tanto mi lasciavano usare la loro a me che interessa comprarmela? Ho proprio bisogno di dimostrare autonomia, cosa che loro non vogliono. Lo so è difficile da capire, dovresti vivere qui, ma non è bello sentirsi buttare giù su tutto quello che uno vorrebbe fare, la vita è una sola e pure breve e il fatto di "rivendere la macchina" non è farla facile è solo che le soluzioni poi si trovano, e purtroppo non si possono fare acquisti sicuri (come accennavi per i tuoi figli) quando non sei sicuro del tuo posto di lavoro, ed io ho un contratto di tutto rispetto a tempo indeterminato, ma è utopia solo su carta perchè se un giorno la mia titolare vorrá chiudere lo fará ed io che ero convinta del tempo indeterminato cosa farò? Ovviamente cercherò un altro centro estetico, e non è farla facile, è la vita, e da come ragionano i miei a questo punto allora non dovrò nemmeno mai andare a vivere da sola o sposarmi, perchè non sono acquisti sicuri (non so se mi sono fatta capire)..... Si può vivere così?? Purtroppo non vivo in un centro cittá come Roma, ecc, che scendo a piedi o ho mezzi sempre a disposizione, sono in una frazione del centro, i bus non li ho H24 ma fino alle 20e30 max, con molte amiche non sto uscendo più perchè loro avendo la macchina non arrivano fino da me e i miei non mi portano ne accompagnano, e non è una cosa bella, l'altra sera una mia amica stretta con cui ci usciamo il sabato con Lui, ha fatto l'addio al celibato ed io non sono potuta andare perchè era troppo lontano e comunque nessuno mi poteva riportare a casa... Mi sto perdendo tutte le cose belle!! Io li ascolto..... Ma bisogna crescere e spiccare il volo un giorno no? :)

      Elimina
    2. Capisco la tua situazione,e ti dico una cosa:per esperienza personale non sperare che i tuoi genitori la penseranno mai in modo diverso perchè non lo faranno e le cose non cambieranno mai.La libertà la devi prendere da sola.
      Vuoi essere libera di fare quello che vuoi:purtroppo l'unica cosa da fare è andare a vivere da sola mantenerti e fare la tua vita.
      Io ti dico l'ho fatto a 19 anni,senza un lavoro nè soldi sicuri e senza nessun aiuto economico,ma sono al 100%felice della mia scelta perchè adesso,a 21 anni,posso dire di essere un'adulta.
      Scusa se sembro dura,però penso che anche tu sappia che l'unica soluzione è questa.

      Elimina
    3. No ma quale dura, figurati =) lo so che l'unica soluzione è andare via di casa, è solo che mi sarebbe piaciuto che non facessero una tragedia per tutto ogni volta, tutto qui ^_^
      Bacione

      Elimina
  4. Guarda, io mi son dovuta rimboccare le maniche fin dalla fine delle superiori e quindi capisco perfettamente il tuo sfogo.
    La mpatente l'ho fatta dopo 2 anni che lavoravo, perchè me la sono pagata coi miei soldi. E per comprarmi la macchina ho aspettato altri 3 anni, sempre perchè ho fatto di tasca mia.
    Capisco però anche la visione dei tuoi: oggi come oggi non c'è niente di sicuro, nemmeno i lavori indeterminati, e quindi magari si sono spaventati un po' alla tua "uscita" ..

    PS e comunque col lavoro di estetista, se improntato bene, ci vivi eccome! Te lo dico per esperienza ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si è vero, anche se siamo in una piccolissima cittá ma tutto sommato da noi al Centro Estetico le cose vanno bene ^_^ hai ragione anche io sto facendo tutto di tasca mia, il problema è anche questo: comunque per loro non va bene perchè poi non metto da parte molto, allora chiedo a loro ogni tanto e mi fanno la battuta "ma non vai a lavorare?", vabbè dai sono così è inutile combattere =P anche perchè non ce la faccio più a sentire sempre le stesse cose, vado con bus e a piedi e si porta pazienza!!

      Elimina